RON MUECK: UN ARTISTA DALLA CARICA IPERREALISTA DIROMPENTE

Non si può rimanere inermi dinanzi alle sculture iperrealistiche di Ron Mueck, un’artista australiano che ha trovato nella figura umana la più alta forma di ispirazione.  Corpi ingigantiti o miniaturizzati e ritratti nei loro momenti più intimi contribuiscono a sottolineare i tratti più reconditi della psiche umana che trapela da espressioni di dolore o sofferenza.
Nato a Melbourne nel 1958, Ron Mueck si trasferisce a Londra dove ha cominciato a lavorare come burattinaio per la televisione dei bambini, arte appresa dal padre. Qui lavora per 15 anni fino a quando, nel 1997 esordisce come artista con l’opera Dead Dad, realizzata con silicone crudo. Il suo è un approccio dirompente che si concentra sul dettaglio e la maniacale riproduzione del corpo umano, che viene raffigurato in tutto il suo realismo.
A partire dal prossimo 16 aprile sarà possibile ammirare le sue opere presso la Fondazione Cartier Bresson a Parigi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...