[Book] SECONDO LIBRO DI MARZO Manifesto per chi muore di Domenic Stansberry. Incipit. #libridimarzo #readingchallenge

giphy

La mia seconda lettura di marzo è una lettura del tutto casuale. Frutto di una di quelle “spedizioni punitive” nelle librerie altrui.

Si tratta di Manifesto per chi muore di Domenic Stansberry che sto leggendo nell’edizione Edizioni e/o con traduzione di Claudia Valeria Letizia.

L’abito non fa il monaco e una copertina non fa un libro. Ma è stata proprio la grafica e la trama ad accattivarmi questa volta. Vedremo cosa ne verrà fuori.

Casualmente si tratta di un crime, non molto distante come genere dal mio primo libro di marzo, Tramonto e polvere di Joe R. Lansdale.

Vi lascio qui sotto l’incipit.


 Quella fu la fine. L’ultima trappola. La fregatura conclusiva. E per Jim Thompson quell’epilogo, quel lungo inabissarsi nel dolce nulla, ebbe inizio il giorno in cui conobbe Bill Miracle al Musso & Frank Grill, giù a Hollywood Boulevard.

Era il 1971 e Yhompson andava da Musso’s quasi tutti i pomeriggi. Giallista, romanziere e sceneggiatore, era approdato a Hollywood quasi trent’anni prima. Ora di anni ne aveva sessantaquattro; capelli bianchi fiammanti, occhi cupi abbassati. Se ne stava chino sul bancone fra gli altri habituè del bar e all’orecchio gli arrivavano sommessi bisbigli di infinito. Salivano dal bicchiere, o almeno così sebrava; ma la voce era la sua.

Incipit di Manifesto per chi muore di Domenic Stansberry


 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...