[Poesia e altre storie] Arthur Rimbaud nell’epoca moderna

Un tempo, se ben ricordo, la mia vita era un festino, in cui si aprivano tutti i cuori, tutti i vini scorrevano.

   Una sera, ho fatto sedere la Bellezza sulle mie ginocchia. – E l’ho trovata amara. – E l’ho insultata.

   Mi sono armato contro la giustizia.

A.Rimbaud

arthur rimbaud

Il 20 ottobre 1854 in un piccolo paese delle Ardenne veniva alla luce quello che sarebbe diventato uno dei più discussi, letti, rappresentati, emulati, iconocizzati precursori dell’epoca moderna, Arthur Rimbaud.
Aldo Palazzeschi lo definì il caso più stupefacente, inquietante e insolubile nella poesia da me conosciuta.

La sua influenza senza pari ha pervaso tutti i campi dell’arte e del sapere. In occasione dell’anniversario della sua nascita, rivediamo insieme in che modo la sua prorompente forza innovativa si è ripercossa nell’epoca moderna.

DISSERO DI LUI:

Jean Cocteau:
Arthur Rimbaud fu l’essere più straordinario che abbia mai solcato la terra. Fu un miracolo, un fenomeno d’ordine sovrannaturale per la sua tremenda precocità e il mistero del suo destino, che rimane impenetrabile come il suo genio.

René Char:
Il primo poeta di una civiltà non ancora nata.

Albert Camus:
Grande e ammirevole poeta, il massimo del suo tempo, oracolo sfolgorante. 

Emile Cioran:
Tutto è inconcepibile in Rimbaud, tranne il suo silenzio. ha cominciato dalla fine. 

Félix Fénéon:
Al di fuori di ogni letteratura, e probabilmente al di sopra. 

Edith Sitwell:
L’iniziatore dei ritmi della prosa moderna, e la base dalla quale hanno avuto origine tutte le meditazioni del genere. 

Arthur Rimbaud ha avuto una grande influenza anche su Pier Paolo Pasolini il quale, ne in numerose occasioni ribadisce di portare “il segno” di Rimbaud, di esserne stato influenzato soprattutto dopo che un professore di Storia dell’Arte durante l’anno scolastico 1938-1939, al Liceo Galvani di Bologna, lesse in classe una sua poesia. Al poeta francese paragonò l’amico e poeta Sandro Penna:
come Rimbaud, Penna è, nelle lettere italiane, il ribelle infantile e assolto. Naturalmente anch’egli giunge spesso, nel suo quotidiano delirio, a un’illogica saggezza, a un’acerba e ingenua maturità.

NEL PANORAMA MUSICALE:

Confidandosi con Robert Mapplethorpe avrebbe detto “Voglio essere una poetessa non una cantante”. Si tratta di Patti Smith, la grande sacerdotessa del rock la cui intera carriera è stata influenzata e ispirata da Rimbaud. Il suo primo album, Horses (1975), fu ispirato da colui che è stato definito il primo poeta punk della storia mentre Radio Ethiopia (1976), il secondo album è esplicitamente dedicato a Rimbaud.

robert-mapplethorpe-patti-smith-norman-seeff-getty-museum-lacma-aids-bob-colacellosmith-rimbaud

Quello di Patti Smith per Rimbaud è un vero e proprio amore, antichissimo, profondo, incondizionato, un alchimia di spiriti lontani. Nel 2017 Patti Smith ha acquistato la casa natale di Rimbaud, nelle Ardenne, per salvarla alla rovina e preservarla.

L’amore per la poesia è comune denominatore per non pochi grandi musicisti degli anni 60 e 70. Come Patti Smith, anche Jim Morrison, frontman dei Doors, nutriva un amore viscerale per Arthur Rimbaud, il cui Illuminazioni portava con se ovunque andasse.
Abbondano studi comparativi tra l’opera del poeta delle Ardenne e Jim Morrison, tra i più autorevoli quello condotto da Wallace Fowlie, professore di Letteratura Francese alla Duke University, Rimbaud e Jim Morrison. Il poeta come ribelle.
L’intera evoluzione biografica di Morrison sembra ricalcare le evoluzioni del poeta francese. Allo stesso modo l’immaginario semantico delle poesie e dei testi del cantante dei Doors risentono delle visioni oniriche di Rimbaud.

s73mk9m-1

Nella sua autobiografia Chronicles: 1 Bob Dylan confessa il suo amore per Arthur Rimbaud. E nella sua canzone You’re gonna make me lonesome when you go fa riferimento al poeta nei versi “Situations have ended sad, / Relationships have all been bad. / Mine’ve been like Verlaine’s and Rimbaud. / But there’s no way I can compare / All them scenes to this affair, / You’re gonna make me lonesome when you go.”

oldspeak-bobdylan-dalton-07

Nella canzone Foreign Window Van Morrison menziona Rimbaud, il poeta che a suo dire fu il motore principale che lo spinse a scrivere di nuovo durante un periodo di blocco creativo negli anni 70.

3076592596

Abbondano i riferimenti al poeta francese anche nel cinema e nelle arti figurative.

Poeti dall’inferno di Agnieszka Holland 1995
2007_im_not_there_009_1000_420_90_c1
In una scena del musical di Todd Haynes del 2007 I’m not there un giovane Bob Dylan interpretato da Ben Whishaw è rappresentato nei panni di Arthur Rimbaud

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...