[Book] Tramonto e polvere di Joe R. Lansdale. Un pulp crime degno di un cantastorie moderno #pulp #crime #review #book #libridimarzo #readingchallenge2018

Il mio mese di marzo è stato inaugurato nel segno del PULP. Sì, perché che si tratti di un romanzo pulp è chiaro sin dall’incipit.  2005 Stile libero Big pp. 374 € 15,50 Traduzione di Luca Conti LA TRAMA: Una donna uccide il marito dopo l’ennesimo atto di violenza. E proprio l’omicidio le dà la forza per inoltrarsi nel passato criminoso del suo villaggio. Lei si … Continua a leggere [Book] Tramonto e polvere di Joe R. Lansdale. Un pulp crime degno di un cantastorie moderno #pulp #crime #review #book #libridimarzo #readingchallenge2018

[Book] Easter Parade di Richard Yates

  Febbraio è terminato ed io ho letto davvero pochissimo. Soli tre libri e mezzo! Mea culpa. Il mezzo è Zafon che è sbiadito dietro Yates e dietro tanta attesa per gli Oscar e la corsa per mettermi al pari con le visioni. La mia ultima lettura di febbraio è stata Easter Parade, il quinto libro di Richard Yates pubblicato per la prima volta nel … Continua a leggere [Book] Easter Parade di Richard Yates

[Book] PRIMO LIBRO DI MARZO. Tramonto e polvere di Joe R. Lansdale. Incipit. #libridimarzo #readingchallenge

  Voglio inaugurare i #libridimarzo con un incipit. Si tratta dell’incipit della mia prima lettura del mese, Tramonto e polvere di Joe R. Lansdale, edito da Einaudi, traduzione di Luca Conti, che sto leggendo in versione epub. Ora, una piccola premessa. Lansdale è un autore che adoro e di cui ho già letto La sottile linea scura e Mucho Mojo, dal Ciclo di Hap e … Continua a leggere [Book] PRIMO LIBRO DI MARZO. Tramonto e polvere di Joe R. Lansdale. Incipit. #libridimarzo #readingchallenge

[Book] Bugiardi e innamorati di Richard Yates

Il mese di febbraio mi ha visto più spesso a guardare un film che con un libro in mano ma la mia personal reading challenge è ancora in piedi. Il libro di cui vi voglio parlare fa parte sempre di quella lista di libri che per meccanismi strani mi ero lasciata indietro. Tra le altre cose è di un autore che decisamente adoro, Richard Yates … Continua a leggere [Book] Bugiardi e innamorati di Richard Yates

[Books] Letture in corso. Febbraio 2018

Siamo vicini alla cerimonia degli Oscar e io sono incollata, metaforicamente, al cinema come non mai. Mi appassiono, tifo, critico e mi emoziono. Questo non mi ha però fermato dal leggere. Il mio personal reading challenge procede, a rilento, ma procede. Ha dovuto fare i conti anche con il mio cucciolo di un anno e mezzo, il suo primo Carnevale consapevole e un’influenza. Ma procede. … Continua a leggere [Books] Letture in corso. Febbraio 2018

Il ragazzo di Bahia – Jorge Amado

Ultimo libro letto nel mese di gennaio Il ragazzo di Bahia di Jorge Amado ha degnamente chiuso un mese di letture interessanti e molto varie. Avevo acquistato questo libro da Ibs in uno dei miei raptus per la serie “faccio incetta oggi e accumulo per domani” molto tempo fa. Dunque meritava un posto nella mia lista di libri da riscattare dalla stasi a cui li ho … Continua a leggere Il ragazzo di Bahia – Jorge Amado

Recensione di Emmaus di Alessandro Baricco.

Di Alessandro Baricco ho letto più di un romanzo, non mi posso considerare una fan – ci sono altri scrittori italiani che preferisco a Baricco, come Stefano Benni per esempio – ma lo considero un autore che si lascia leggere. Anche per questo, dopo una serie di letture lunghe e appassionate, ho deciso di leggere il suo romanzo Emmaus, edito nel 2009 da Feltrinelli. Ed … Continua a leggere Recensione di Emmaus di Alessandro Baricco.

Recensione del libro Herzog di Saul Bellow.

“Se sono matto per me va benissimo” “Se sono matto, per me va benissimo, pensò Moses Herzog. C’era della gente che pensava che fosse toccato, e per qualche tempo persino lui l’aveva dubitato. Ma adesso, benché continuasse a comportarsi in maniera un po’ stramba, si sentiva pieno di fiducia, allegro, lucido, forte. Gli pareva d’essere stregato, e scriveva lettere alle gente più impensata. Era talmente … Continua a leggere Recensione del libro Herzog di Saul Bellow.

E gli avrei chiesto cosa pensa di Yates……

Quando finisco di leggere un libro mi resta sempre una vaga sensazione di incompiuto che mi accompagna per un paio d’ore.

Il gusto di vivere uno spazio di vita altrui incastonato in un romanzo dalla penna di uno scrittore ha il suo contro nel dover distaccarsi da quelle vite e da quei paesaggi allo stesso modo con cui si dice addio a qualcuno che non rivedrai per moltissimo tempo. Ogni volta immancabilmente mi tornano in mente le parole di un allora assolutamente sconosciuto per me prof. Bronzini che esordì alla prima lezione di letteratura inglese dicendo che il modo migliore per leggere un libro è sicuramente in poltrona, con cell spento e citofono muto in modo da potercisi calare profondamente. Continua a leggere “E gli avrei chiesto cosa pensa di Yates……”